La proposta di ristrutturazione dell’istituto scolastico E.Fermi, mira a superare la vocazione introspettiva del complesso, ponendo l’edificio in nuovo rapporto funzionale e figurativo con il quartiere; lo spazio pubblico urbano, esterno al perimetro, compenetra l’edificio sino a fondersi con la piazza del plesso scolastico mediante l’ampia promenade inclinata che consente la lenta discesa verso il nuovo atrio di ingresso.

Un sistema di spazialità esterne reciprocamente connesse e dislocate lungo un percorso tracciato tra i padiglioni della nuova configurazione planimetrica, si fa luogo di incontro, di scambio, di socializzazione e apprendimento. L’identità figurativa dell’edificio è preservata, nell’intento progettuale, mediante il mantenimento del segno architettonico connotante del telaio strutturale, svuotato delle tamponature che diventano grandi superfici vetrate schermate da un sottordine leggero di sistemi di ombreggiatura direzionabili.

credits

architect: Wow Architettura  |  team: Maurizio Vellucci, Kriterium Architettura (Alessandro Di Mario, Stefano Balzanetti)  |  collaborator: Davide Pellegrini  |  clients: Fondazione Agnelli, Compagnia di San Paolo  |  status: Competition (2017)  |  competition: Enrico Fermi School  |  location: Turin, Italy (45.034538, 7.671102)  |  climate: Humid subtropical, Temperate  |  materials: concrete, glass  |  environment: Urban  |  consultant: Angelo Forte  |  visualizer: Studio  |  budget: 7.446.500 €  |  scale: 6.500 m2 medium  |  ratio: 1.145,62 €/m2  |  types: education, school  |  views: 9.105

same competition (+3)

Wow Architettura | [A+M]2 architects | Laboratorio Permanente | Paolo Russo, Fabiana Ledda, Riccardo Onnis