La proposta per la nuova scuola dell’infanzia a San Leonardo parte da un inevitabile rapporto con l’intorno costruito e naturale esistente. Il contesto nella sua ricchezza di elementi  e per alcune problematiche presenti, suggerisce scelte efficaci e di grande rispetto, che permettano un intervento significativo in molteplici aspetti.

La proposta si colloca all’interno del lotto con una scelta precisa dettata dal rapporto di continuità tra le sue proporzioni e forme con il contesto edificato. Allo stesso tempo assume una differente strategia formale che ha l’obbiettivo di connotare la nuova architettura per la sua importante funzione pubblica all’interno della comunità.

L’edificio diventa un elemento di completamento e di nuovo limite a ovest del centro cittadino di San Leonardo, risolvendo visivamente e spazialmente il rapporto con la circonvallazione adiacente al Passiria.

L’aspetto volumetrico dell’edificio instaura un dialogo con le architetture esistenti attraverso forme che ripropongono la scala anche domestica dell’intorno. Allo stesso modo la costruzione, attraverso il suo disegno e i materiali proposti, cerca una nuova e differente identità, che viene delineata con l’utilizzo di materiali correnti e locali ma con un senso espressivo non consueto.

I limiti dell’edificio nel rispetto dell’area di concorso e delle distanze, sono collocati con una geometria semplice lungo la direttrice principale nord sud.

credits

architects: Lopes Brenna Architetti, GSMM Architetti  |  collaborator: Simone Marmori, Niccolò Aste  |  status: Competition (2014)  |  clasification: finalist  |  consultant: B&C Associati, Studio ER Ing. Associati  |  visualizer: Studio  |  scale: medium  |  types: education, school  |  views: 3.672